Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.
Accedi
Registrati

Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_bottom position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_top position below the search.
Articoli in Top Box
Registrati

 

Venerdì 7 ottobre 2016 è stata mostrata l’anteprima del documentario - film "Al di qua" al Cinema Centrale Arthouse, alla presenza dell’Arcivescovo di Torino, Mons. Cesare Nosiglia, che ha fatto un saluto introduttivo.

Don Giampaolo Pauletto è quello che si potrebbe definire un "sacerdote di frontiera", cappellano dell’Ospedale Martini di Torino e parroco alla Natività di Maria Vergine-Pozzo Strada, ha fatto dell’amore verso gli ultimi, i senzatetto, una ragione di vita. Io l’ho incontrato proprio mentre stava girando questo film ed ho potuto vedere alcune scene in anteprima. Di don Giampaolo mi è rimasta impressa la sua spiazzante serenità, quella degli occhi (e del cuore) che hanno visto tutto, o quasi, nella vita. Ma anche quella dell’uomo di fede che sa scorgere il volto di Cristo nel povero. Cosa, già questa molto difficile, ma ancora comune in molti sacerdoti. Egli però sa fare di più: sa mostrare il volto di Cristo che si cela dietro a quello del bisognoso anche agli altri. E questo non è davvero cosa da poco.

No, la capacità di dissipare quel velo di cecità che tutti noi abbiamo nei confronti del povero, che preferiamo ignorare piuttosto che aiutare, non è dote comune. Sfruttando questa capacità, insieme al regista, Corrado Franco, con un budget di 4.000 euro, ha realizzato questo docu-film i cui attori sono proprio quaranta dei senzatetto che gravitano attorno all’Ospedale Martini e che interpretano "se stessi" e, davanti alle telecamere, raccontano episodi della loro storia personale.

"AL DI QUA" è un docu-film poetico, religioso e autoriale di denuncia sociale, girato con stile visionario e rigoroso, sul dramma umanitario universale della povertà e dei senzatetto, in aumento a dismisura a causa della crisi economica e sociale di questi ultimi anni. Un film bressoniano/pasoliniano girato in povertà sulla povertà.

La pellicola è stata presentata venerdì 7 ottobre alle ore 20 al Cinema Centrale Arthouse, Via Carlo Alberto, 27, Torino. Si tratta del documentario - film "AL DI QUA", alla presenza del regista Corrado Franco, dei senzatetto del film, dell'Arcivescovo di Torino, Mons. Cesare Nosiglia, che ha fatto un saluto introduttivo, dell'Assessore alla Salute, Politiche Sociali e Abitative del Comune di Torino Sonia Schellino, dell'Assessora all'Istruzione del Comune di Torino Federica Patti, di Paolo Damilano e di Paolo Manera, rispettivamente Presidente e Direttore di Film Commission Torino Piemonte, di Don Gian Paolo Pauletto, fondatore dell’Associazione “Materiali di scarto”, e di Gaetano Renda di Slow Cinema. In seguito all’anteprima, "AL DI QUA" è in programmazione al Cinema Centrale Arthouse.

Fonte: lavocedeltempo.it

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta

Approvo